Pier Costanzo Brio

 

La vera data di nascita di Cristoforo Colombo

 

Tutto quello che da circa un secolo viene divulgato, minuziosamente, capillarmente ed ossessivamente, dai puristi genovesi, circa la nascita del Viceré Almirante molto Nobile Don Christobal Colon, altrimenti detto Cristoforo Colombo, l'inventore del viaggio alle isole ed alla Terra Ferma, ora detta America, è provatamente FALSO.

Falsa la data di nascita, e di conseguenza falsi gli Avi, falsa la cronologia, tutto falso.

Questa gravissima affermazione non è frutto maniacale, ma nasce da prove "al di sopra di ogni ragionevole dubbio", ovvero regolari sentenze pronunziate da Tribunali dell'epoca, prove dirette fornite da testimoni asseverati dai medesimi Tribunali, scritti autografi coevi sino a noi pervenuti sia del personaggio in oggetto, sia dei figli, sia degli amici.

Difficile è credere il nuovo, ma ancora più difficile è modificare le proprie conoscenze e convinzioni, da sempre rifugio e "certo" riferimento, a favore del nuovo. Il cuore trema, la mente vacilla. L'istinto stesso ci porta ad ignorare anche il palese, a favore del conosciuto. Come è possibile, ci si domanda, che nelle scuole da "sempre" si insegni il falso? Tutti "sappiamo", e la certezza della nostra "conoscenza" ci viene confermata dalla Stampa, dal dio Cinema, dalla dea Televisione, dall'onnipresente, onnisaccente, onnivoro Internet, tutto e tutti. Certo, tutto falso, globalmente falso. Menzogna purista, integrale, romantica, artata e non sempre involontaria.

Ma come si può ingannare il mondo? La stessa domanda contiene parte della risposta.

Come si può mettere in dubbio il comune senso della verità? Come si può mettere in dubbio il mondo? Proprio questa "logica" è la migliore garanzia, dei puristi.

Un principio, scientificamente provato, ci assicura che l'Uomo, tutti noi, anche i più razionali, dinanzi al conflitto totale ed univoco Fantasia-Realtà , sceglie sempre la fantasia o suggestione, a danno della realtà. Questo è il principio ipnotico, che può essere indotto con droghe, od anche con la semplice parola e suggestione, se si riesce a conquistare la completa fiducia-certezza dell'uditore, e non importa se la realtà è contraria. Notare bene che la suggestione è direttamente proporzionale alla intelligenza ed alla creatività del soggetto, ovvero sono proprio gli idioti pragmatici ad essere i meno suggestionabili.

Quindi, se una teoria (fantastica) è ritenuta universalmente per vera, ed ha conquistato la nostra fiducia, anche in presenza di prova contraria, siamo portati ad ignorare o "distruggere" in ogni modo questa realtà che, per istinto, consideriamo nemica subdola ed artata.

 

 

Proviamo allora a vederci più chiaro, su: